A curator, an artist, a gallery director, a publisher and collector. Art, instruction for the use

(2011) sheets, texts printed

 

[ita]

I testi distribuiti al fruitore sono tratti da alcune interviste realizzate a persone coinvolte a vario titolo nell’arte contemporanea, le domande poste vertono su caratteri specifici inerenti al sistema dell’arte italiano e internazionale. Le persone intervistate sono chiamate a mostrare una propria opinione critica su alcuni aspetti del sistema culturale italiano, conosciuto a molti come degenerativo e deresponsabilizzato.

I testi auspicano essere una guida introduttiva alternativa all’esposizione. La stessa è distribuita all’interlocutore in maniera mimetica, poiché i testi sono poggiati accanto ai flyers e comunicati stampa ufficiali della mostra.

La guida, essendo costituita da opinioni delle persone, seguendo quindi una modalità empirica, si trova in uno stato di continua ridefinizione. Come le opinioni stesse, non può essere limitata e conclusa una volta scritta, ma è soggetta a ipotetiche negazioni e rettifiche. Diametralmente, operando attraverso i pareri delle persone con la pratica della narrazione e della microstoria, è possibile essere coinvolti in una realtà esperita, relativa ma ugualmente vera.

Attraverso il frammento d’intimità dell’esperienza altrui è possibile avvicinarsi a una pratica secondaria di conoscenza degli eventi e dei luoghi.

 

[eng]

The texts distributed to the user are taken from interviews conducted with some people involved in different ways in contemporary art, the asked questions deal with specific features related to the Italian and international art system. The persons interviewed are asked to show their own views on some critical aspects of the Italian cultural system, this is known as degenerative and negligent.
The texts would be an alternative introductory guide to the exhibition. The guide is distributed to visitors in a camouflage, because the texts are resting next to the flyers and press releases of the show. The guide, because it consists of opinions of people, then in an empirical way, is in a constant state of redefinition. Equally to opinions, it can not be limited and done when it is written, but is subject to hypothetical denials and adjustments.
Diametrically, working through the opinions of people through the practice of narrative and practice of micro-history, we can be involved in a really experienced, but equally true.

installation view from

Open#3 , S.a.L.E., Venice, IT (2012)

Turno 14/22, Cascina Cuccagna, Milan (2011)

 

 

valentina maggi summo © all rights reserved