Bon Voyage

 

(2010-ongoing archive) Audio-guides for neighborhoods

(2010-2011) Audio-guides for Isola neighborhood (Milan, IT). Bon Voyage kit: audio-guides duration 188’’27’ + Portable map, 21×29 cm, print on paper + Poster/map, 50×70 cm, Lambda print

 

[ita]

Bon Voyage realizza una “fotografia” frammentaria, ma complessa dei luoghi analizzati, il progetto comprende delle audio-guide che accompagneranno lo spettatore nella conoscenza dei luoghi indagati.

Le registrazioni che costituiiscono il materiale per le audio-guide sono ricavate da una selezione di interviste realizzate ad abitanti di alcuni quartieri nevralgici o persone più genericamente legate al territorio. Le interviste sono integrate da materiale audio proveniente da archivi storici o privati. Le persone intervistate sono portate a condividere, attraverso il racconto, la propria esperienza legata ad eventi o luoghi del quartiere restituendo, per mezzo della narrazione e della microstoria, alcuni spazi privati e intimi, luoghi dall’“identità mentale” che esistono più in forma intellettiva che fisica. Le narrazioni realizzano un amalgama fra l’evento storico provato e verificabile e la relatività delle singole esperienze e dei ricordi individuali, sono così portati alla luce fenomeni secondari utili ad una conoscenza più articolata della complessità urbana trattata.

Lo spettatore ascoltando le audio-guide sarà in grado di ripercorrere parte della compagine culturale di uno spazio urbano in trasformazione conoscendone aspetti legati al presente, al passato e al futuro e osservandone al contempo le caratteristiche attuali. Bon Voyage è un progetto site specific realizzato la prima volta nel 2010 in occasione dell’esposizione Horror Vacui. Occupare il presente evento artistico curato da Isola Art Center che indaga i cambiamenti in atto nel quartiere Isola di Milano.

Da qualche tempo il quartiere, luogo a prevalenza artigiana, operaia e popolare, è soggetto ad un fenomeno di gentrificazione. La speculazione che consegue a questo processo ha portato alla distruzione della stecca degli artigiani, luogo in cui risiedeva Isola Art Center e alla privatizzazione di numerosi spazi urbani.

Le audio-guide realizzate in occasione di Horror Vacui intersecano tracce di provenienza differente, in parte sono composte da un collage del materiale di archivio di Isola Art Center, costituito da vecchie e recenti interviste ad abitanti del quartiere e video promozionali dei progetti comunali di rinnovazione degli spazi.

Al materiale di archivio sono legate registrazioni di racconti e storie sul quartiere.

Le audio-guide (pensate per essere utilizzate nello spazio urbano seguendo una mappa) trasportano lo spettatore in una dimensione spazio-temporale fittizia, poiché lo stesso, durante l’ascolto, non vede i luoghi descritti dalle tracce perché non più esistenti, oppure, non ancora costruiti.

Bon Voyage è un archivio in divenire, attraverso il quale approfondire l’identità intima, storica e socio-politica di differenti luoghi urbani.

 

[eng]

Bon Voyage delivers a fragmentary, yet complex, “photograph” of the places it takes into consideration. The project requires the use of audio-guides that accompany the spectators, guiding them towards a knowledge of the places that are the object of study.

The recordings in the audio-guides will be a selection of interviews to inhabitants of some of the key neighbourhoods of the cities, or to people more loosely connected to the territory. The interviews will be integrated with audio recordings taken from public and private historic archives. In the interviews, the people will be invited to share, through their narration, their own experience associated with places or events of the neighbourhood, outlining, through narration and micro-histories, a number of private and intimate spaces – places imbued with a “mental identity”, existing more on an intellectual level than on a physical one. The narrations will create a mixture combining proven and verifiable historic facts and relativity pertaining to the individual experiences and recollections; by doing so, secondary phenomena will surface, fostering a more articulated knowledge of the urban complexity being examined.

Listening to the audio-guides the spectator will be able to understand part of the cultural structure of an urban space undergoing a process of transformation, learning aspects of its present, past and future, while looking at its present features. Bon Voyage is a site specific project that was first realized in 2010 for Horror Vacui. Occupare il presente, an artistic event curated by Isola Art Center that investigated the changes occurring in the Isola neighbourhood in Milan.

This area, mainly inhabited by working class people and artisans, for some time has been undergoing a process of gentrification which has led to speculation which has in turn caused the destruction of the Stecca degli artigiani, where the Isola Art Center once had its premises, and the privatization of several urban spaces.

The audio-guides realized for Horror Vacui combined traces of different origins: earlier and more recent interviews to locals, mixed with promotional material about the municipal renovation projects in the area; a mixture of archive material from Isola Art center and recordings of episodes and stories about the neighbourhood.

The audio-guides (designed to be heard walking around the neighborhood following a map) led the spectator to a fake space-time dimension, because the viewer, while listening, could not see the places mentioned in the tracks, for they had either disappeared or had not yet been built.

Bon Voyage is an ongoing archive, to deepen the intimate, historical and social policy identity of urban Different Places.

 

installation view from Horror Vacui. Occupare il presente, Isola Art Center (2010)

Installation view from Fight specific Isola, Frigoriferi Milanesi, Milan IT (2012)

Installation view from Fight specific Isola, Frigoriferi Milanesi, Milan IT (2012)

Valentina Maggi

(2010-2012) poster map

(2010) portable map

valentina maggi summo © all rights reserved